CAPITOLO 3 Le MUSE

Scorrere per scoprire di più

3.1 - LE CREAZIONI

I bracciali Aigle Cambon incarnano perfettamente l’iconografia CHANEL. Indossati generalmente a coppie, uno per polso, questi bracciali rappresentavano uno dei gioielli preferiti di Gabrielle Chanel. Il motivo dell’aquila a due teste è ispirato allo specchio del suo appartamento in rue Cambon, sul quale troneggia la stessa aquila. La forma ottagonale delle pietre centrali riprende quella dello specchio, richiamando anche la Place Vendôme così cara a Coco Chanel.

3.2 - LA STORIA

Gabrielle Chanel un giorno dichiarò: “Non ho mai fatto le cose a metà”, come dimostra perfettamente la sua passione per tutto ciò che proveniva dalla Russia. Dopo la storia d’amore con il Granduca Dimitri, Coco Chanel crea CUIR DE RUSSIE, la fragranza simbolo del loro legame sentimentale, che profumava la boutique CHANEL di rue Cambon, dove aristocratiche russe in esilio divennero venditrici e modelle. Conferendo ancor più autenticità alle creazioni d’ispirazione russa di Gabrielle Chanel, queste bellezze slave divennero l’incarnazione vivente dell’immaginario russo di Chanel.

“Non ho mai fatto le cose a metà” Gabrielle Chanel
Isabelle FIEMEYER, CHANEL Intime, Flammarion, 2011, p.149

i bracciali Aigle Cambon

In questo video, le due modelle indossano i bracciali Aigle Cambon

La modella indossa i bracciali Aigle Cambon
Lady Abdy e Gabrielle Chanel
Lady Abdy e Gabrielle Chanel sul prato della residenza di quest’ultima al 29 di rue du Faubourg Saint Honoré. Parigi, 1929.
Abdy

Con la sua figura imponente e i capelli biondo platino, Lady Iya Abdy divenne la più celebre tra queste personalità, dopo la fuga dalla Russia, suo paese d’origine, durante la rivoluzione. La stampa considerava Abdy una delle straniere più belle di tutta Parigi, e i maggiori fotografi dell’epoca facevano a gara per immortalarla.

Agli occhi di Gabrielle Chanel, Lady Abdy era l’esempio perfetto dell’eleganza discreta che contraddistingue lo stile Chanel: Abdy divenne una delle sue muse e le due donne strinsero una profonda amicizia, suggellata dal ruolo di ambasciatrice della Maison assunto da Lady Abdy, che indossava le creazioni dell’amica in occasione delle serate trascorse in compagnia dell’alta società parigina.

Lady Abdy incarnava un’allure e un glamour russo molto apprezzati da Gabrielle Chanel, ma il sentimento di ammirazione era reciproco: parlando di Coco Chanel, Lady Abdy dichiarò: “Aveva un fascino ineguagliabile. Quasi magico.”*
* Pierre GALANTE, Les Années Chanel, ed. Mercure de France, Parigi, 1972, p. 124 - Tutti i diritti riservati.
Lady Abdy sulla copertina di L’Officiel de la Mode
Lady Abdy sulla copertina di L’Officiel de la Mode indossa un modello firmato da Gabrielle Chanel. Settembre 1929.

3.3 - SAVOIR FAIRE

3.3 - SAVOIR FAIRE

Cesellati con un savoir-faire tradizionale e tecniche esclusive, modelli e motivi d’ispirazione russa prendono vita su questo bracciale in oro giallo, interamente realizzato a mano.