1 . 5
1 CAMÉLIA . 5 ALLURES

atto 1
CRISTAL
ILLUSION

video : Cristal Illusion

Cristal Illusion ha proprio queste caratteristiche. A un primo sguardo è una collana, da indossare sia corta che lunga. In realtà, si trasforma in due gioielli distinti: una collana e una spilla a forma di camelia impreziosita con diamanti.

Gabrielle Chanel - LaPausa-1930
Gabrielle Chanel e il suo cane Gigot. Villa La Pausa, 1930 circa. © Tutti i diritti riservati

“Voglio che il gioiello sia come un nastro sul dito di una donna. I miei nastri sono flessibili e smontabili. Per le serate più esclusive, si indossa l’intero set. Per quelle più informali, si possono togliere la parte principale e le creazioni più importanti. La parure, dunque, perde il suo carattere immutabile. La vita la trasforma e la adatta secondo le necessità”.

Gabrielle Chanel

Estratto da “Jewelry by CHANEL” di Patrick Mauriès, Thames and Hudson, 2012, p. 110

Gabrielle Chanel fu sempre affascinata dalla numerologia. La superstizione legata ai numeri - in particolare il cinque, il suo numero fortunato - influenzò spesso le sue decisioni ed ebbe grande importanza nella sua vita. Nella collezione di Alta Gioielleria 1.5, i numeri assumono un significato inedito: rendono omaggio alla camelia, il fiore emblematico della Maison, declinato in cinque forme.

Quasi la metà della collezione è trasformabile e ogni creazione può essere indossata in cinque modi diversi: un ulteriore omaggio al numero cinque.

Nel 1932 Gabrielle Chanel creò Bijoux de Diamants, la sua prima e unica collezione di Alta Gioielleria. Le creazioni erano immaginate per poter essere indossate in molteplici modi, per offrire versatilità e varietà a chi le avrebbe indossate. Furono esposte su veri manichini, una scelta innovativa ben lontana dagli espositori in vetro e velluto utilizzati a quel tempo: le silhouette femminili consentivano di riprodurre i movimenti del quotidiano.

Mademoiselle usava la sua arte come mezzo di espressione e l’aspetto della versatilità evidenzia la sua convinzione più profonda e immutabile: le donne devono essere libere.

Libertà e versatilità diventano le parole chiave della collezione 1.5 — 1 camélia, 5 allures. Il motivo camelia è il fulcro della collezione con interpretazioni uniche e sorprendenti. Ogni creazione è al servizio della donna che la indossa, assecondandone le esigenze e lo stile di vita.

video : Il processo creativo - Disegni

La camelia è il motivo emblematico di ciascuna delle creazioni di questa collezione, sempre immutabile nella sua costruzione e forma.

ATTO 2
ROUGE
INCANDESCENT

video : Rouge incandescent

Il cuore della camelia sulla collana Rouge Incandescent è costituito da un rubino del Mozambico da 7,61 carati che si svela in una seconda luminosa camelia dalle molteplici tonalità di rosso impreziosita da rubini taglio baguette.

Gabrielle Chanel- Manray
Ritratto di Gabrielle Chanel nel 1935
© Man Ray 2015 Trust/Adagp, Parigi 2019. Immagine: Telimage, Parigi

Il destino della camelia sarebbe stato ben diverso senza il genio creativo di Gabrielle Chanel.

Superando le convenzioni e i confini tra maschile e femminile, Mademoiselle raccoglie la camelia dall’occhiello delle giacche da uomo per portarla alla cintura, sulla camicetta, tra i capelli. La trasforma poi per adattarla a ogni sua fantasia: un fiore da ricamare, stampare, incidere, pieghettare, tessere, sfilacciare.

La camelia fiorisce anche in diamanti, pietre di luna, perle... In questa collezione, sboccia attraverso i rubini. Il rosso incandescente di queste gemme ardenti evoca il colore della passione, del desiderio, dell’amore - ma anche quello dell’audacia. Nessuna sorpresa, dunque, se è tra i colori più amati da Coco.

video : Il processo creativo - Colori a "gouache"

Il disegno si trasforma in una pittura a “gouache”, un’evoluzione che rivela il contrasto delle camelie rosse e bianche.

ATTO 3
CONTRASTE
BLANC

video : Contraste blanc

Contraste Blanc incarna un concetto che stava davvero a cuore a Mademoiselle: il paradosso. Le linee decise di un diamante da cinque carati taglio smeraldo si contrappongono alla delicatezza dei petali di una camelia impreziosita da diamanti.

Gabrielle Chanel- Kirkland-1962
Gabrielle Chanel al lavoro, 1962
Foto di Douglas Kirkland © Collezione Douglas Kirkland, Los Angeles

“Mi irrita quando sento dire che la mia è stata fortuna. Nessuno ha lavorato quanto me”.

Gabrielle Chanel

Estratto da “The Allure of Chanel” di Paul Morand, Pushkin Press, 2013, p.19

Instancabile lavoratrice, Gabrielle Chanel era nota per la sua etica professionale, qualità che ancora oggi contraddistingue la Maison.

Il processo creativo dell’Alta Gioielleria incarna questo spirito: occorrono due anni per completare una collezione e, in ogni fase, la lavorazione è esclusivamente manuale.

Questo aspetto artigianale definisce il savoir-faire della Maison e si rivela in ogni dettaglio: nella matita che traduce l’idea sulla carta, nell’accurato intaglio dello stampo in cera, nella selezione e incastonatura delle pietre...

Tutte fasi che richiedono il lavoro sinergico di talenti straordinari e di molteplici competenze. Senza il savoir-faire artigianale, l’idea non può materializzarsi; l’oggetto tangibile non esiste senza l’idea. Tali nozioni abbinate alle pietre più eccezionali danno origine a creazioni di straordinaria bellezza.

video : Il processo creativo - Pietre

I gemmologi selezionano a mano ogni pietra in funzione delle esigenze dei designer - una collaborazione, quella tra gemmologi e designer, essenziale per ogni collezione.

ATTO 4
ROUGE
TENTATION

video : Rouge tentation

Rouge Tentation è una parure di due camelie - un anello di spinelli rosso fuoco e una spilla con pavé di diamanti - entrambe ornate da una corona di petali amovibile con pavé di diamanti.

Gabrielle Chanel- LaPausa-1938
Gabrielle Chanel nel giardino di villa La Pausa, a Roquebrune, 1938
Foto di Roger Schall © Collezione Schall

“Volendo alleggerirmi, ho alleggerito la moda. Quando ero giovane, le donne non avevano una forma umana. I loro abiti erano contro natura. Ho reso loro la libertà”.

Gabrielle Chanel

Estratto da “Mémoires de Coco” di Louise de Vilmorin, Le Promeneur, 1999, p.35

Gabrielle Chanel voleva rendere le donne libere. Libere dal giudizio del mondo circostante, libere dalle mode che le incatenavano. Per tutta la vita, la ricerca della libertà fu per Mademoiselle una missione.

In una società tradizionalmente conservatrice inventò un nuovo modo di vestire, liberando i corpi delle donne e, al contempo, liberandone le menti.

Questo spirito audace e coraggioso si incarna nelle creazioni trasformabili della collezione 1.5 — 1 camélia, 5 allures, che offrono versatilità a chi le indossa e la libertà di scegliere il proprio destino: l’etica di Chanel si materializza.

video : Il processo creativo - Camelia rossa

Ogni spinello è stato selezionato con cura, e gli stampi dei petali amovibili sono compatibili sia con l’anello che con la spilla.

Gabrielle Chanel- 1918
Gabrielle Chanel in montagna, 1918 © Tutti i diritti riservati

ATTO 5
RÉVÉLATION
DIAMANT

video : Révélation diamant

Révélation Diamant svela un motivo etereo ispirato al pizzo, con una camelia amovibile di diamanti che può essere indossata come una spilla.

Gabrielle Chanel - Ritz
Gabrielle Chanel nella suite dell’Hotel Ritz, Parigi, 1937
Foto di François Kollar © Ministère de la Culture - Médiathèque du Patrimoine, Dist. RMN
Gabrielle Chanel - Étretat

“La libertà va trovata”.

Gabrielle Chanel

“Chanel Solitaire” di Claude Delay, Gallimard, 1983, p.195

Gabrielle Chanel sulla spiaggia di Étretat, 1913 © Tutti i diritti riservati

Il numero cinque ha portato non poca fortuna a Gabrielle Chanel: le sue sfilate erano presentate due volte all’anno, il quinto giorno del mese. Oggi, per la prima volta, l’emblematica camelia è rivisitata in cinque versioni di Alta Gioielleria, tutte realizzate a mano.

La collezione si fa ancora più versatile grazie a un insieme di creazioni trasformabili che offrono a chi le indossa il lusso supremo: la libertà di scegliere.

video : Il processo creativo - Savoir-faire

Il disegno bidimensionale della camelia si evolve in una forma a tre dimensioni in cui la struttura è impreziosita con gemme e con un quarzo rosa luminescente inciso.

  •