CHANEL NEWS

00/9
behind-the-scenes-of-the-haute-couture-show

DIETRO LE QUINTE DELLA
SFILATA HAUTE COUTURE

Le modelle He Cong, Adrienne Jüliger, Jana Tvrdikova, Roos Abels, Lea Julian e Vanessa Hartog dietro le quinte della sfilata Haute Couture  Autunnol-Inverno 2018/19.

#CHANELHauteCouture

00/3
the-final-fitting

L'ULTIMO FITTING

La modella Adut Akech insieme a Karl Lagerfeld al 31 di rue Cambon, Parigi, per l'ultimo fitting prima della sfilata Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19.

© Anne Combaz
00/4
the-work-of-the-maisons-dart-on-the-bridal-gown

© Anne Combaz

IL LAVORO DELLE MAISONS D’ART
SULL'ABITO DA SPOSA

A partire da un modello approvato da Karl Lagerfeld, foglie di ulivo e finiture intrecciate composte da decorazioni rocaille in perle nelle tonalità del verde mare, vengono ricamate a mano. La giacca, l'abito e la sua minigonna vengono quindi adornati con questi ricami creati dall'atelier Montex, volutamente ispirati all' "habit vert" indossato dai membri dell' "Académie Française". In lana blu marine o nera, questa uniforme è impreziosita da rami d'ulivo verdi e oro, da cui deriva il suo nome.

L'ensemble viene poi accessoriato con una veletta in lana verde, ricoperta da un tulle di paillettes, creata dalla Maison Michel e ricamata dall'atelier Montex. Stivali bassi di Massaro, in pelle verde mandorlo ricamata dall'atelier Montex, completano il look.

© Anne Combaz
00/7
the-haute-couture-bride-from-sketch-to-gown

© Anne Combaz

LA SPOSA HAUTE COUTURE,
DAL DISEGNO ALL'ABITO

In prima istanza, il disegno viene interpretato sotto forma di un modello in tela di cotone. Durante questa prima fase della creazione del modello su manichino, la prima sarta ricrea la silhouette in tre dimensioni, secondo le indicazioni di Karl Lagerfeld, sino ad ottenere la silhouette immaginata dallo stilista.

Successivamente il modello viene utilizzato per creare la "toile" della silhouette. L'applicazione dei futuri ricami e finiture intrecciate prende forma. Una modella lo prova per ottenere l'approvazione di Karl Lagerfeld. La tela viene poi riprodotta nel tessuto di sua scelta, una lana verde mandorlo.

Una volta ricamate dalle Maisons d’art, le creazioni tornano negli atelier CHANEL cosicché le sarte possano procedere all'assemblaggio dei capi e a posizionare le finiture intrecciate lungo le zip che percorrono la giacca e l'abito. Lo stilista ha definito questa silhouette "High Profile": "E' possibile chiudere o aprire lateralmente le maniche. E' anche possibile aprire la gonna per svelare la gamba che è molto più bella vista di profilo - le gambe sembrano infinite."

Condividere

Il link è stato copiato