CHANEL NEWS

chan-marshall

CHAN MARSHALL

I suoi luoghi preferiti a Miami

Chan Marshall, foto by Karl Lagerfeld

Chan Marshall, la celebre cantante folk underground conosciuta come Cat Power e icona Chanel, ci svela quali sono i suoi posti preferiti a Miami, dove vive da qualche anno.

Boutique vintage

Fly Boutique, 650 Lincoln Rd, Miami Beach, FL 33139, Tel. (305) 604 85 08

Cucina Haitiana

Tap Tap, 819 5th Street, Miami Beach, FL 33139, Tel. (305) 672 28 98

Locali notturni:

Versailles, 3555 SW 8th Street, Little Havana, Miami Beach, FL 33139, Tel. (305) 444 02 40

The Deuce Bar, 222 14th Street, Miami Beach, FL 33139, Tel. (305) 531 62 00

The Room, 100 Collins Ave, Miami Beach, FL 33139, Tel. (305) 531 60 61

00/4
61st-annual-cannes-film-festival

HOLLYWOOD VA A CANNES

61° Festival del cinema di Cannes

00/11
chanel-in-cannes

CHANEL A CANNES

La cantante Lily Allen con i suoi occhiali da sole CHANEL di colore rosa

00/5
mobile-art-opening-in-hong-kong

MOBILE ART OPENING IN HONG KONG

Inaugurazione di Mobile Art a Hong Kong

Il Contemporary Art Container CHANEL, progettato dall’architetto Zaha Hadid, è stato presentato per la prima volta a Hong Kong, nel cuore di uno dei siti architettonici più spettacolari della città. Questo padiglione accoglie una esposizione di opere che si ispirano alla celebre borsa matelassé “2.55” creata da Gabrielle Chanel.

"Attraverso l’architettura, penso di poter aiutare le persone a scoprire un altro mondo, penso di poterle incantare ed entusiasmare con le mie idee. La mia architettura è intuitiva, radicale, internazionale e dinamica. I progetti che nascono nel mio studio permettono di vivere delle esperienze originali, di sperimentare qualcosa di insolito e di nuovo, simile alla scoperta di un paese sconosciuto. Il Padiglione Mobile Art che ho disegnato per Chanel segue questi principi d’ispirazione" dice Zaha Hadid.

È proprio questa sua capacità d’innovazione che ha conquistato Karl Lagerfeld quando le chiese di progettare un edificio che potesse essere trasportato, montato e smontato in diverse città: "È il primo architetto che è riuscito a distinguersi dall’onnipresente estetica post-Bauhaus. Le sue idee sono paragonabili alla poesia; il potenziale della sua immaginazione è immenso".

Ciascuna delle opere d’arte e installazioni presentate nel padiglione è stata realizzata appositamente per la mostra dagli oltre venti artisti internazionali coinvolti. Più che un semplice spazio espositivo, Zaha Hadid ha progettato un vero e proprio paesaggio di forme fluide in cui le installazioni si susseguono come in un labirinto armonico.

Condividere

Il link è stato copiato