CHANEL NEWS

villa-noailles-by-karl-lagerfeld

VILLA NOAILLES
BY KARL LAGERFELD

Situata sulle colline sopra Hyères nel sud della Francia, Villa Noailles è un punto di ritrovo per gli incontri artistici. Questo edificio cubista, progettato tra il 1924 e il 1932 dall'architetto modernista Robert Mallet-Stevens, riflette da sempre lo spirito degli artisti che hanno visitato la villa o che vi hanno vissuto, da Buñuel a Man Ray, Dalí e Cocteau. Karl Lagerfeld ha dedicato alla villa una serie di fotografie ispirate alla sua architettura d'avanguardia.

La villa dei mecenati d'arte Marie-Laure e Charles De Noailles con i suoi volumi progettati liberamente, si affaccia sulla baia di Hyères offrendo punti di vista nuovi e insoliti. Concepita come residenza per artisti, promuovendo una miscela di cultura e divertimento, simboleggia un nuovo modo di vivere. A partire dagli anni '30, la coppia di mecenati ha riunito sotto il proprio tetto figure del mondo dell'arte, della moda, del design e della letteratura. Questa tradizione continua ancora ora grazie al Festival di Hyères.

credits
credits

© Anne Combaz

the-hyeres-festival-supporting-young-artists-and-designers

© Anne Combaz

L'HYÈRES FESTIVAL
A SUPPORTO DEI GIOVANI ARTISTI
E DESIGNER

Il Festival International de Mode, de Photographie et d'Accessoires de Mode di Hyères, istituito nel 1985, celebra i giovani creativi della moda. La 33esima edizione del festival, in collaborazione con CHANEL, offre ai designer emergenti premiati l'opportunità di lavorare ad una collezione con i Métiers d'art, sperimentando il proprio savoir faire distintivo.

Le loro collezioni sperimentali e spesso inaspettate sono esposte a Villa Noailles. L'ambientazione avanguardistica della villa fa da cornice a incontri e dialoghi interdisciplinari. La moda qui può interagire con il design, la scultura, l'architettura, la fotografia e la musica. Il festival, si è svolto durante un weekend ricco di cultura, promuovendo collaborazioni creative in un pubblico di moda, designer e fotografi.

00/4
in-the-ateliers-of-maison-michel-and-montex-with-marina-chedel

NEGLI ATELIER DELLA
MAISON MICHEL & MONTEX
CON MARINA CHEDEL

CHANEL, partner dell'Hyères Festival, ha invitato la vincitrice del Grand Prix Accessoires de Mode 2017 Marina Chedel per sviluppare una parte della sua nuova collezione in collaborazione con la Maison Michel & Montex, Métiers d'art CHANEL.

Ispirata al mare e alle sue onde, la collezione gioca sulle tonalità del blu. Impreziosita da nastri, pieghe e un patchwork di lana e filati, la proposta della giovane designer è permeata dal savoir-faire degli artigiani che ha conosciuto. "Sono rimasta affascinata dal loro savoir-faire. I ricami di Montex sono estremamente contemporanei e strutturati, e il lavoro della Maison Michel è preciso e maestoso. Stare al fianco di questi talenti è stata un' opportunità incredibile per imparare."

00/4
in-the-lesage-and-goossens-ateliers-with-vanessa-schindler

NEGLI ATELIER DI LESAGE E GOOSSENS
CON VANESSA SCHINDLER

CHANEL è partner della 33esima edizione dell'Hyères Festival e supporta i giovani creativi. La Maison ha dato l'opportunità a Vanessa Schindler, vincitrice del Grand Prix 2017, di creare una serie di accessori e creazioni ricamati negli atelier Métiers d'art CHANEL.

Per questo progetto, Vanessa Schindler ha scelto di lavorare con il laboratorio per il ricamo di Lesage e con l'orafo Goossens. Questa partnership conferma quanto siano realmente interconnessi i Métiers d'art e il fashion design: "Volevo che le mie creazioni portassero il marchio di queste due straordinarie maison, riflettendo il mio amore per le abilità manuali e l'artigianato, entrambi essenziali e indispensabili."

00/3
chanel-dinner-tribeca-film-festival

CENA PER IL TRIBECA FILM FESTIVAL

La 13esima edizione della Cena degli Artisti organizzata da CHANEL durante il Tribeca Film Festival di New York ha riunito ospiti del mondo della moda e del cinema tra cui Soo Joo Park, Ella Purnell e Irene Kim.

#CHANELSpringSummer

STORIE DI BORSE:
SAVOIR FAIRE

La realizzazione di una borsa CHANEL richiede un'ampia gamma di abilità. Gli atelier lavorano allo sviluppo e alla creazione di modelli unici di pelletteria. Il savoir-faire tradizionale si unisce con le tecnologie di ultima generazione attraverso le mani degli abili artigiani. Le pelli vengono tagliate da macchine digitali che utilizzano stampi o seguono un disegno predefinito prima di sottoporsi a una serie di fasi di manifattura secondo programma. Questo processo richiede una coordinazione scrupolosa e armonia, radicate in una combinazione di savoir-faire ed eccezionale maestria nell’uso della tecnica.

355-handbag-stories-podcast-with-susie-lau

3.55 STORIE DI BORSE
PODCAST CON SUSIE LAU

La nuova puntata della serie di podcast, registrata nell'appartamento di Gabrielle Chanel, è con la giornalista e scrittrice Susie Lau. La fondatrice del blog "Style Bubble" racconta ad Amanda Harlech di come la relazione con la sua borsa CHANEL cambi nel tempo. Con la sua 2.55 tra le mani, spiega come ha imparato a resistere alla tentazione di portare tutto con sé, accontentandosi di ciò che è essenziale eliminando il superfluo.

Ascolta su apple.podcast.com/chanel

#CHANELHandbagStories

355-handbag-stories-podcast-with-tamu-mcpherson

3.55 STORIE DI BORSE
PODCAST CON TAMU MCPHERSON

Tamu McPherson, fondatrice del blog "All the Pretty Birds", è la prossima ospite dei podcast 3.55 Storie di Borse. Nell'appartamento parigino al civico 31 di rue Cambon di Gabrielle Chanel, Tamu individua un'analogia tra il valore sentimentale di una borsa e gli oggetti appartenuti alla stilista. Tamu associa sempre le sue borse ad una storia o ad un'esperienza, proprio come Gabrielle Chanel amava gli oggetti carichi di valore simbolico.

Ascolta su apple.podcast.com/chanel

#CHANELHandbagStories

Condividere

Il link è stato copiato