CHANEL NEWS

00/3
contrasting-color-of-the-pre-collection

COLORI A CONTRASTO
DELLA PRE-COLLEZIONE

La palette dei color oscilla dal grigio carbone al fuchsia, gli abiti in tweed, i cappotti in lana e le maglie con motivi a quadri infondono colore alla collezione.

La collezione è disponibile in boutique e su chanel.com

00/2
the-structured-look-of-the-pre-collection

I LOOK STRUTTURATI DELLA PRE-COLLEZIONE

Spalle arrotondate, vita stretta e linee curve — la pre-collezione Autunno-Inverno 2018/19  disegna una silhouette strutturata.

La collezione è disponibile in boutique e su chanel.com

PRE-COLLEZIONE AUTUNNO-INVERNO 2018/19

Per la pre-collezione Autunno-Inverno 2018/19  Karl Lagerfeld ha immaginato look monocromatici con sfumature di colori.

La collezione è disponibile in boutique e su chanel.com

credits
credits

© Quentin de Ladelune

fall-winter-2018-19-haute-couture-collection

© Quentin de Ladelune

COLLEZIONE HAUTE COUTURE
AUTUNNO-INVERNO 2018/19

Le banchine della Senna, i suoi librai e la cupola dell'Institut de France conferiscono un décor parigino alla sfilata Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19.

Ogni nuova collezione Haute Couture enfatizza il lavoro collettivo degli atelier CHANEL e delle sue Maisons d'art (ricamatori, artigiani delle piume e dei guanti, calzolai) la cui rigorosa artigianalità sublima le creazioni di Karl Lagerfeld.

Il tratto distintivo della collezione è una linea strutturata da zip con finiture intrecciate che percorre i completi iconici e gli abiti da sera della Maison, fendendo le maniche strette che rivelano fodere di contrasto su mezzi guanti in pelle di Causse o gonne e abiti che lasciano intravedere minigonne ricamate.

La silhouette, acconciata con un copricapo di velluto della Maison Michel impreziosito da piume di Lemarié indossa degli stivaletti bassi con risvolto di Massaro, trasmettendo audacia ed eleganza. Abiti trompe l'oeil, cappotti lunghi e giacche abbinati a gonne plissé si tingono con i colori di una palette dalle tonalità del grigio pallido, antracite, nero, fino alle sfumature del blu oceano e notte evocando i colori della capitale francese. Tweed, flanella, velluto, crêpe, pizzo, taffetà, chiffon e radzimir di seta sono impreziositi da ricami di cristalli, perle e paillettes a cura di Lesage o dell'atelier Montex.

Gli abiti da sera abbinano il rigore delle linee con dettagli preziosi. Il contrasto dei corpetti riccamente decorati coordinati a gonne e calze essenziali dona vivacità alla silhouette grazie a giochi di volumi e trasparenze. I tessuti (chiffon, georgette di seta, tulle, velluto, taffetà) esaltano ulteriormente la perfezione della lavorazione degli atelier CHANEL. Nella collezione sono presenti bustier abbinati a gonne a palloncino, giacche impreziosite da paillettes, un top bordato di piume abbinato ad una lunga gonna di lana intrecciata; un vestitino di velluto nero e una vestaglia corta argentata; un kimono di velluto nero con fodera ricamata di fiori multicolore. La sposa indossa un tweed ricamato di foglie verde pallido, un richiamo all'uniforme indossata dai membri dell’Académie Française che riassume perfettamente lo spirito di questa collezione.

Françoise-Claire Prodhon

#CHANELHauteCouture

00/9
behind-the-scenes-of-the-haute-couture-show

DIETRO LE QUINTE DELLA
SFILATA HAUTE COUTURE

Le modelle He Cong, Adrienne Jüliger, Jana Tvrdikova, Roos Abels, Lea Julian e Vanessa Hartog dietro le quinte della sfilata Haute Couture  Autunnol-Inverno 2018/19.

#CHANELHauteCouture

00/3
the-final-fitting

L'ULTIMO FITTING

La modella Adut Akech insieme a Karl Lagerfeld al 31 di rue Cambon, Parigi, per l'ultimo fitting prima della sfilata Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19.

00/4
the-work-of-the-maisons-dart-on-the-bridal-gown

© Anne Combaz

IL LAVORO DELLE MAISONS D’ART
SULL'ABITO DA SPOSA

A partire da un modello approvato da Karl Lagerfeld, foglie di ulivo e finiture intrecciate composte da decorazioni rocaille in perle nelle tonalità del verde mare, vengono ricamate a mano. La giacca, l'abito e la sua minigonna vengono quindi adornati con questi ricami creati dall'atelier Montex, volutamente ispirati all' "habit vert" indossato dai membri dell' "Académie Française". In lana blu marine o nera, questa uniforme è impreziosita da rami d'ulivo verdi e oro, da cui deriva il suo nome.

L'ensemble viene poi accessoriato con una veletta in lana verde, ricoperta da un tulle di paillettes, creata dalla Maison Michel e ricamata dall'atelier Montex. Stivali bassi di Massaro, in pelle verde mandorlo ricamata dall'atelier Montex, completano il look.

00/7
the-haute-couture-bride-from-sketch-to-gown

© Anne Combaz

LA SPOSA HAUTE COUTURE,
DAL DISEGNO ALL'ABITO

In prima istanza, il disegno viene interpretato sotto forma di un modello in tela di cotone. Durante questa prima fase della creazione del modello su manichino, la prima sarta ricrea la silhouette in tre dimensioni, secondo le indicazioni di Karl Lagerfeld, sino ad ottenere la silhouette immaginata dallo stilista.

Successivamente il modello viene utilizzato per creare la "toile" della silhouette. L'applicazione dei futuri ricami e finiture intrecciate prende forma. Una modella lo prova per ottenere l'approvazione di Karl Lagerfeld. La tela viene poi riprodotta nel tessuto di sua scelta, una lana verde mandorlo.

Una volta ricamate dalle Maisons d’art, le creazioni tornano negli atelier CHANEL cosicché le sarte possano procedere all'assemblaggio dei capi e a posizionare le finiture intrecciate lungo le zip che percorrono la giacca e l'abito. Lo stilista ha definito questa silhouette "High Profile": "E' possibile chiudere o aprire lateralmente le maniche. E' anche possibile aprire la gonna per svelare la gamba che è molto più bella vista di profilo - le gambe sembrano infinite."

SAVOIR-FAIRE DELLA
COLLEZIONE HAUTE COUTURE

Negli atelier CHANEL e nei laboratori delle Maisons d’art dove le collezioni Haute Couture divengono realtà.

#CHANELHauteCouture

Condividere

Il link è stato copiato