CHANEL NEWS

the-chanel-jacket-by-francoise-claire-prodhon

LA GIACCA CHANEL
DI FRANÇOISE-CLAIRE PRODHON

La storia della giacca Chanel comincia con la creazione del tailleur all’inizio degli anni Cinquanta. Questo capo d’abbigliamento moderno e comodo, che unisce elementi maschili e femminili, è la risposta di Gabrielle Chanel allo stile degli anni Cinquanta, che lei considerava troppo costrittivo e poco adatto alla vita delle donne.
"Un tailleur Chanel è pensato per una donna che si muove", spiega Gabrielle Chanel, e aggiunge: "Io, che amo la donna, ho voluto vestirla con abiti che la facciano sentire a proprio agio, abiti con cui può guidare un’auto ma che, allo stesso tempo, sottolineano la sua femminilità". Il successo è immediato: il tailleur, insieme alla giacca, diviene un elemento essenziale del guardaroba femminile, sinonimo di libertà ed eleganza informale.
La giacca, indossata su una gonna dalle linee morbide, è unica e prende spunto dalla giacca tradizionale maschile austriaca. Questa giacca in tweed, uno dei tessuti iconici di Mademoiselle Chanel, è disegnata come una seconda pelle: diritta, strutturata, con una chiusura semplice, senza spalline né imbottiture che irrigidiscono le spalle.

Per garantire una perfetta vestibilità, il davanti della giacca è tagliato seguendo la trama del tessuto, senza cuciture sul busto. Il retro è tagliato nello stesso modo e ha una sola cucitura al centro. Due pannelli verticali laterali uniscono il davanti e il retro. La manica, tagliata anch’essa seguendo la trama del tessuto, è cucita sopra le spalle. È leggermente piegata e il gomito segue la forma del braccio per agevolare il movimento e per una maggiore comodità. Proprio per assicurare questa libertà di movimento, Mademoiselle Chanel prendeva le misure delle clienti mettendole a braccia incrociate e con le mani appoggiate sulle spalle. Il profilo di seta della giacca è tagliato secondo gli stessi criteri per garantire il massimo comfort. Una catena sottile sull’orlo della giacca assicura una vestibilità perfetta. Una passamaneria (lavorata a maglia) evidenzia il bordo della giacca, delle tasche e dei polsi. Le tasche sono tagliate in modo che sia facile infilarvi le mani. La giacca è quindi rifinita con bottoni gioiello che raffigurano una testa di leone (il leone era il segno zodiacale di Mademoiselle Chanel), covoni di grano, camelie o il logo con la doppia C.

Reinterpretata ogni stagione, la giacca è diventata uno degli elementi simbolo dello stile Chanel. "A dire il vero, la giacca Chanel prende spunto dalla giacca tradizionale austriaca maschile. Coco Chanel inventò un tipo di giacca che non esisteva in quella forma precisa e questo è un merito che nessuno le può negare. È uno dei simboli che definisce lo stile Chanel". Come ha detto Karl Lagerfeld: "Nel mondo della moda ci sono cose che non passano mai di moda: i jeans, la camicia bianca e la giacca Chanel".

Françoise Claire Prodhon

© Benoit Peverelli

1. SCIENCE & INDUSTRYAndy Stott
00:31
  • 1. SCIENCE & INDUSTRY00:31
    Andy Stott
  • 2. MR MOUSTAFA00:31
    Alexandre Desplat
  • 3. CONCERTO FOR LUTE AND PLUCKED STRINGS I. MODERATO00:29
    Siegfried Behrend
  • 4. SNOWBIRD00:35
    Clark
  • 5. DAYLIGHT EXPRESS TO LUTZ00:31
    Alexandre Desplat

PLAYLIST DELLA SFILATA
BY MICHEL GAUBERT

00/5
the-show-decor

IL DECORO DELLA SFILATA

2 Dicembre, Schloss Leopoldskron, Salisburgo.

© Olivier Saillant

Condividere

Il link è stato copiato