CHANEL NEWS

00/11
cloud-shaped-dresses-in-sugary-sweet-colors-spring-summer-2010-haute-couture-by-elisabeth-quin

"ABITO A NUVOLA COLOR CONFETTO" HAUTE COUTURE PRIMAVERA-ESTATE 2010
BY ELISABETH QUIN

Allegri e sofisticati, tailleur grigio perla con pantaloni al ginocchio e gonne fluttuanti; modelle leggere come farfalle percorrono la passerella con scarpe di lucida pelle argentata e suole di perline.
Rosa pallido, giallo paglierino, verde mandorla , beige e grigio con richiami di bianco... i colori sono freschi, giovani e allegri. La collezione esprime un lusso che esalta la luce, catturandola in paillettes, strass, ricami, fili d'argento e volumi leggeri.
Gli abiti corti di una purezza ammirevole sono arricchiti da fiocchi e da fluide scollature a kimono che esaltano il collo e le spalle. I mantelli di pizzo e strass, gli abiti a nuvola color confetto e gli splendidi lamé mettono in mostra l'elegante humor per cui è conosciuta la Maison Chanel.
Come allusione al suo mitico guardaroba, Karl Lagerfeld propone un abito lungo dalle proporzioni perfette, in contrasto con una maxi cravatta punteggiata di diamanti e con collo alto "alla Karl" che esalta la postura eretta. Un altro abito da sera è di un colore rosa delicato, con bretelle di paillettes.
Una collezione moderna, ultra-raffinata, per una donna luminosa e libera.

In questa collezione Haute Couture Primavera-Estate 2010, il Neon è rivisitato da un maestro del taglio e della luce.

00/12
off-the-catwalk

FUORI PASSERELLA

Sfilata Haute Couture Primavera-Estate 2010, Pavillon Cambon Capucines, Parigi

00/6
haute-couture-spring-summer-2010

HAUTE COUTURE PRIMAVERA-ESTATE 2010

Making of del dossier stampa, Studio 7L, Parigi

00/5
slavic-christmas-at-the-printemps-department-store-paris

NATALE SLAVO NEL GRANDE MAGAZZINO PRINTEMPS, PARIGI

Chanel ha creato una istallazione con una coppia di bambole ispirate alla sua sfilata "Paris-Moscou" nel grande magazzino Printemps. Le due marionette esposte in vetrina, la principessa Nadejda e il granduca Dimitri, indossano abiti in miniatura della collezione. Le due figure contrastano con la gigantesca matrioska dipinta a mano, che supera i 5 metri di altezza, collocata all'interno del negozio.

coco-chanels-apartment-3

L'APPARTAMENTO DI COCO CHANEL
LA POLTRONA DEL XVIII SECOLO

È su questa poltrona d'epoca, in legno di noce intagliato e rivestita di raso bianco, che Gabrielle Chanel fu fotografata da Horst nel 1937. Il fotografo raccontò successivamente che Mademoiselle Chanel durante il servizio fotografico era molto pensierosa e attribuì questo stato d'animo ad una storia d'amore. Ma dopo gli scatti, nessuno seppe cosa ne fu della poltrona. Karl Lagerfeld la trovò ad un'asta a Monte-Carlo nel 1980, riconoscendola proprio dalla foto di Horst. È così che la poltrona è tornata nell'appartamento di Gabrielle Chanel.

Realizzata da Chevigny, un grande ebanista del XVIII secolo, questa particolare poltrona mostra proporzioni inusuali che si possono spiegare con la sua origine quale "mezza-vasca". Il pannello di legno (inizialmente destinato ad un serbatoio d'acqua) è stato tagliato e trasformato in una poltrona coperta di raso bianco. I piedi di bronzo rivelano la presenza all’origine di ruote che consentivano alla vasca da bagno di essere spostata da una stanza all'altra.

00/6
exclusive-haute-couture-exhibition-in-tokyo

MOSTRA ESCLUSIVA HAUTE COUTURE A TOKYO

Nel 2004, in collaborazione con l’architetto newyorkese Peter Marino, Chanel ha creato uno straordinario edificio di 10 piani nel cuore del quartiere di Ginza. Oggi la boutique offre una retrospettiva delle creazioni Haute Couture Chanel (modelli di Karl Lagerfeld e Coco Chanel, abiti indossati dalle ambasciatrici del N°5, abiti da sposa e pezzi di Haute Joaillerie). Uno ad uno, essi rivelano come si sono evoluti il savoir-faire e la particolare raffinatezza degli artigiani parigini.
Prendendo ispirazione dal decoro della sfilata Haute Couture Autunno-Inverno 2009/10, cinque flaconi di profumo Chanel N°5 indicano il percorso da seguire per l’esposizione.

Fino al 27 Dicembre nel quartiere di Ginza a Tokyo.

Condividere

Il link è stato copiato