CHANEL NEWS

00/15
from-byzantium-to-istanbul-by-olivia-da-costa

DA BISANZIO A ISTANBUL
BY OLIVIA DA COSTA

E' un tributo a Bisanzio, antica capitale imperiale, la collezione Paris-Byzance che fonde la tradizione francese della couture alla magica atmosfera ottomana, come un ponte tra passato e presente, fra Occidente e Oriente. Crocevia, vivace metropoli e città di forti contrasti, di moschee e di quartieri secolari, del jet-set e dell’high-tech, ancora una volta Istanbul è stata scelta da Chanel per la sfilata della sua collezione Métiers d’Art, dopo la presentazione ufficiale di dicembre che ha avuto luogo nei saloni di rue Cambon. La sfilata si svolge sulla terrazza in marmo bianco del Ciragan Palace, l’ex palazzo del sultano. Da qui si può ammirare il Bosforo o lasciarsi cullare dal regolare frangersi delle onde. Il Bosforo è ovunque: fa parte della città, è una presenza elettrizzante e rilassante nello stesso tempo.

Scende la sera, è il momento di entrare nel palazzo dove è stato allestito il backstage per la sfilata. Sotto i lampadari in vetro di Murano – senza dubbio testimonianza del sontuoso stile di vita del sultano – le modelle si preparano : alti chignon sulla testa e gli occhi messi in risalto da un doppio tratto di eyeliner, rosso e nero. Sugli appendiabiti, chasubles in tweed con paillette dorate, pantaloni da odalisca in velluto, abiti drappeggiati in chiffon, tutti di ispirazione bizantina. Fuori l’attesa si fa trepidante. L’intellighenzia e la stampa locale iniziano ad arrivare. Le ragazze sono bellissime, molto eleganti, perlopiù in nero e con tacchi vertiginosi.
Arrivano Kirsten Dunst, Élodie Bouchez e Cécile Cassel. La sfilata ha inizio e le modelle scendono con nonchalance la maestosa scalinata: un balletto di silfidi imperiali. Sfilano a pochi centimetri dal pubblico che, comodamente seduto su sofà e cuscini, riesce quasi a sfiorarne gli abiti e può apprezzarne meglio i ricami, la passamaneria e la fine lavorazione dei bottoni.

La sfilata si chiude: le eleganti donne di Istanbul sono entusiaste. Dopo un paio di bicchieri di champagne, tutti gli ospiti tornano a disperdersi nell’incessante trambusto e nel traffico di una città che non dorme mai.

www.pleasemagazine.com

00/25
celebrity-portraits-by-karl-lagerfeld

RITRATTI DI CELEBRITIES
BY KARL LAGERFELD

In occasione del galà dell’amfAR del 19 maggio, Karl Lagerfeld ha presentato una serie di ritratti “Photomaton ®” in bianco e nero.

cannes-2011-claudia-schiffer

CANNES 2011 - CLAUDIA SCHIFFER

Per la proiezione del film “This must be the place” di Paolo Sorrentino, Claudia Schiffer indossa un abito aderente in pizzo nero della collezione Haute Couture, un collier “Camélia Poudré” ed un bracciale “Ultra” Chanel Joaillerie.

cannes-2011-kirsten-dunst

CANNES 2011 - KIRSTEN DUNST

Per la cerimonia di chiusura, Kirsten Dunst - premiata come migliore attrice - indossa un abito senza spalline con ricami argentati della collezione Haute Couture , una gonna increspata color avorio della collezione Primavera/Estate 2011, orecchini “La Pluie” e un anello “Cascade de Diamants” in oro bianco e diamanti, Chanel Joaillerie.

cannes-2011-elodie-bouchez

CANNES 2011 - ÉLODIE BOUCHEZ

Per la cerimonia di chiusura, Élodie Bouchez, membro della giuria “Un Certain Regard”, indossa un abito blu notte a maniche lunghe interamente ricoperto di paillette, della collezione Paris-Shanghai.

cannes-2011-eve-hewson

CANNES 2011 - EVE HEWSON

Per la proiezione del film “This must be the Place” di Paolo Sorrentino, Eve Hewson indossa un abito in taffetà rosa e tulle nero della collezione Prêt-à-Porter Primavera/Estate 2011 ed un bracciale “Camélia” in oro bianco e diamanti, Chanel Joaillerie.

Condividere

Il link è stato copiato