BRUNO PAVLOVSKY, STÉPHANE ASHPOOLE NATHALIE DUFOUR
26ESIMA ÉDIZIONE DELL’ANDAM FASHION AWARD

Ieri a Parigi, il premio francese ANDAM, destinato ai giovani stilisti d’oltralpe, è stato assegnato venerdì al marchio Pigalle Paris e al suo creatore Stéphane Ashpool. 

Gli altri finalisti sono il marchio giapponese Anrealage, lo stilista turco Umit Benan, la maison Pallas Paris e il marchio "Vêtements". Per Bruno Pavlovsky, presidente degli eventi di moda della Maison Chanel e di Paraffection, “i 5 candidati erano molto diversi tra loro, ma tutti accomunati da una grande passione e hanno realizzato delle presentazioni magnifiche. Pigalle è un marchio giovane come lo è il suo fondatore. Una bella realtà piena di entusiasmo e creatività, che incarna il vero senso dell’artigianato, con la quale avremo modo di conoscerci meglio. Pigalle potrà sviluppare i propri prodotti utilizzando il savoir-faire degli atelier Paraffection”. Il vincitore beneficerà per un anno del patrocinio di Bruno Pavlovsky e di un premio in denaro della somma di 250.000 euro.

Stéphane Ashpool lancia Pigalle Paris nell’ottobre 2008, con l’apertura di una boutique avant-garde multibrand nell’omonimo quartiere parigino nel quale è cresciuto e ha fondato un collettivo creativo. Oltre al sostegno dei giovani designer, l’associazione diretta da Pierre Bergé mira a rafforzare l’immagine di una “Parigi capitale del mondo”. Molti dei laureati ANDAM sono diventati degli stilisti di fama, sull’esempio di Martin Margiela, del duo Viktor & Rof o di Christophe Lemaire. Nel 2014, il premio era stato assegnato alla stilista olandese Iris Van Herpen.

www.andam.fr

www.pigalle-paris.com

Condividere

Il link è stato copiato