lady-curzon--vice-queen-of-india

LADY CURZON, VICEREGINA DELL’INDIA

Karl Lagerfeld ha battezzato la sua ultima collezione Métiers d’Art Paris-Bombay, evoca infatti l’India del XIX secolo. “Amo l’idea di un viceré, è divertente. Per questo ho scelto Stella Tennant per il finale, perché assomiglia molto a Lady Cruzon, la famosa viceregina del XIX secolo, una donna bellissima. Tipicamente inglese, nel senso positivo del termine, rappresenta l’immagine dell’Inghilterra associata a quella dell’India.”

Bombay, 1898. George Curzon, appena nominato viceré dell’India, si insedia come il più alto funzionario dell’India britannica. Sua moglie, Mary Victoria Curzon, diventa quindi viceregina. La sua bellezza e il suo stile sofisticato suscitano subito un’ottima impressione, giunta fino ai nostri giorni.

Mary nutriva una grande passione per la cultura indiana e per i tessuti locali e grazie al suo status esercitò una notevole influenza in materia di stile. Contribuì anche alla creazione di un abito per la regina Alexandra d’Inghilterra, intessuto e ricamato di oro e realizzato nell’atelier di Chandni Chwk a Delhi dove riforniva anche il proprio guardaroba.

Questo mélange di eleganza inglese e influenza indiana si riflette nel suo stile di vita. Fece scalpore l’abito “pavone” che indossò all’incoronazione di re Edoardo VII nel 1903: un abito ricamato d’oro e decorato con piume di pavone blu, il famoso uccello indiano.

Lady Curzon contribuì a far crescere la fama degli artigiani indiani, sostenendo il loro savoir-faire. Aiutò a promuovere i produttori di tessuti pregiati, indossando abiti realizzati con tessuti indiani. Diede consigli ai tessitori di seta e ai ricamatori, incoraggiandoli ad utilizzare motivi e trame che riflettessero le tendenze della moda.

Dipinto di William Logsdail, “Mary Victoria Leiter, marchesa Curzon nel suo abito pavone” (1909), fotografia: John Hammond © Bridgeman Art Library, Paris 2011

Condividere

Il link è stato copiato