00/5
tokyo-mobile-art

TOKYO - MOBILE ART

Dopo Hong Kong, Mobile Art si è trasferito a Tokyo. Il padiglione itinerante che Zaha Hadid ha progettato per accogliere una mostra d'arte contemporanea è stato allestito nel centro della capitale, nel Yoyogi National Stadium che fu costruito dall'architetto Kenzo Tange per le Olimpiadi del 1964. Il luogo non è stato scelto a caso: esso infatti genera un dialogo visivo tra l'architettura utopica giapponese degli anni sessanta e lo stile ultra-contemporaneo di Zaha Hadid: forme fluide, linee organiche e volumi così leggeri da sembrare senza peso. Dopo l'inaspettato arrivo del Padiglione e la sua costruzione in tempi record (meno di un mese) – quasi una magia – Mobile Art si è perfettamente integrato nel caos urbano di Tokyo, fatto di incidenti, brusche differenze stilistiche e scontri tra modernità e tradizione.

Condividere

Il link è stato copiato