Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19

HAUTE COUTURE
AUTUNNO-INVERNO 2018/19

SAVOIR-FAIRE

See the Film

credits
credits

video-savoir-faire
Vedere il film

Lo Studio

See the Film

credits
credits

video-interview-karl
Vedere il film

L'ISPIRAZIONE DI KARL LAGERFELD

L'ISPIRAZIONE DI
KARL LAGERFELD

Karl Lagerfeld, direttore artistico della Maison, discute sull'ispirazione della

collezione Haute Couture Auntunno-Inverno 2018/19.

00
credits
credits

LA PROVA FINALE

Prima della sfilata, la modella Adut Akech prova l'abito allo Studio, prima della presentazione finale a Karl Lagerfeld.

Prima della sfilata, la modella Adut Akech prova l'abito allo Studio, prima della presentazione finale a Karl Lagerfeld.

HIGH PROFILE SILHOUETTES

Le zip, elemento chiave della collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19, percorrono le silhouette e trasformano il look dei completi in tweed e degli abiti da sera. Tra i ricami intrecciati, scendono lungo le maniche della giacca rivelando mezzi guanti extra lunghi e fodere di contrasto in seta e broccato. Gli abiti seguono lo stesso modello, con spacchi laterali che rivelano minigonne ricamate.

Le zip, elemento chiave della collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19, percorrono le silhouette e trasformano il look dei completi in tweed e degli abiti da sera. Tra i ricami intrecciati, scendono lungo le maniche della giacca rivelando mezzi guanti extra lunghi e fodere di contrasto in seta e broccato. Gli abiti seguono lo stesso modello, con spacchi laterali che rivelano minigonne ricamate.

00
credits
credits

slideshow-croquis

LA HAUTE COUTURE SECONDO KARL LAGERFELD

HAUTE COUTURE ACCORDING TO
KARL LAGERFELD

“Haute Couture is an island of dreams and escapism. It is the utmost luxury which transcends fashions and crosses time.” L'osservazione di Karl Lagerfeld riassume la principale vocazione di CHANEL da quando Gabrielle Chanel aprì per la prima volta la sua casa di moda nel 1915. Creazione di un know-how unico, la collezione Haute Couture trova la sua essenza nella visione di un designer e la perfezione del taglio e dei dettagli, elevato dal savoir-faire delle Maison d'art che portano la loro esperienza in ogni look. La precisione della linea, della forma e della struttura è rappresentata da creazioni singolari che possono essere interamente ricamate. In questo modo, la Haute Couture dà libero sfogo a qualsiasi idea, senza limiti o vincoli. Tale creatività va di pari passo con la pazienza e gli standard più elevati.

“Haute Couture is an island of dreams and escapism. It is the utmost luxury which transcends fashions and crosses time.” L'osservazione di Karl Lagerfeld riassume la principale vocazione di CHANEL da quando Gabrielle Chanel aprì per la prima volta la sua casa di moda nel 1915. Creazione di un know-how unico, la collezione Haute Couture trova la sua essenza nella visione di un designer e la perfezione del taglio e dei dettagli, elevato dal savoir-faire delle Maison d'art che portano la loro esperienza in ogni look. La precisione della linea, della forma e della struttura è rappresentata da creazioni singolari che possono essere interamente ricamate. In questo modo, la Haute Couture dà libero sfogo a qualsiasi idea, senza limiti o vincoli. Tale creatività va di pari passo con la pazienza e gli standard più elevati.

GLI ATELIER CHANEL

Gli atelier
Chanel

00
credits
credits

slideshow-atelier

L'ABITO DA SPOSA HAUTE COUTURE,
DAL CROQUIS AL MODELLO

In prima istanza, il disegno viene interpretato sotto forma di un modello in tela di cotone. Durante questa prima fase della creazione del modello su manichino, la prima sarta ricrea la silhouette in tre dimensioni, secondo le indicazioni di Karl Lagerfeld, sino ad ottenere la silhouette immaginata dallo stilista. Successivamente il modello viene utilizzato per creare la "toile" della silhouette e con l'applicazione dei futuri ricami e finiture intrecciate prende forma. Una modella lo prova per ottenere l'approvazione di Karl Lagerfeld. La tela viene poi riprodotta nel tessuto di sua scelta, una lana verde mandorlo.

In prima istanza, il disegno viene interpretato sotto forma di un modello in tela di cotone. Durante questa prima fase della creazione del modello su manichino, la prima sarta ricrea la silhouette in tre dimensioni, secondo le indicazioni di Karl Lagerfeld, sino ad ottenere la silhouette immaginata dallo stilista. Successivamente il modello viene utilizzato per creare la "toile" della silhouette e con l'applicazione dei futuri ricami e finiture intrecciate prende forma. Una modella lo prova per ottenere l'approvazione di Karl Lagerfeld. La tela viene poi riprodotta nel tessuto di sua scelta, una lana verde mandorlo.

PROFILE VIEW

Il tratto distintivo della collezione Haute Couture Autunno Inverno 2018/19 è una linea strutturata da zip "High Profile". Gli atelier CHANEL hanno realizzato gonne e abiti lunghi in tweed, velluto e chiffon con zip che rivelano la gamba da un profilo elegante. Ogni look lascia intravedere una seconda gonna, tono su tono, più corta con finiture in tweed o con ricami in paillette.

Il tratto distintivo della collezione Haute Couture Autunno Inverno 2018/19 è una linea strutturata da zip "High Profile". Gli atelier CHANEL hanno realizzato gonne e abiti lunghi in tweed, velluto e chiffon con zip che rivelano la gamba da un profilo elegante. Ogni look lascia intravedere una seconda gonna, tono su tono, più corta con finiture in tweed o con ricami in paillette.

00
credits
credits

GLI ATELIER FLOU E TAILLEUR

GLI ATELIER FLOU
E TAILLEUR

Le creazioni Haute Couture richiedono la maestria delle prime sarte e dei loro team esperti. Sotto le loro mani talentuose, gli schizzi dettagliati di Karl Lagerfeld prendono vita. Si inizia con un toile in cotone, la prima interpretazione di un design che materializza una silhouette. Dopo diverse prove in presenza di Karl Lagerfeld, 60 o 70 look di ogni collezione Haute Couture vengono poi creati nei materiali scelti, ricamati, pieghettati, impreziositi da piume, intrecciati e ornati da bottoni gioiello.

Se tagliati in "flou", tessuti eterei destinati a abiti e camicette, o altri tessuti più su misura come i tweed tanto cari a Gabrielle Chanel, ognuna delle creazioni richiede un'esecuzione meticolosa. Sotto la direzione di Karl Lagerfeld e dello Studio, l'atelier "flou" entra così in dialogo con l'atelier "sartoriale", specializzato nella realizzazione di pezzi strutturati con tagli complessi come la tuta CHANEL.

Le creazioni Haute Couture richiedono la maestria delle prime sarte e dei loro team esperti. Sotto le loro mani talentuose, gli schizzi dettagliati di Karl Lagerfeld prendono vita. Si inizia con un toile in cotone, la prima interpretazione di un design che materializza una silhouette. Dopo diverse prove in presenza di Karl Lagerfeld, 60 o 70 look di ogni collezione Haute Couture vengono poi creati nei materiali scelti, ricamati, pieghettati, impreziositi da piume, intrecciati e ornati da bottoni gioiello. Se tagliati in "flou", tessuti eterei destinati a abiti e camicette, o altri tessuti più su misura come i tweed tanto cari a Gabrielle Chanel, ognuna delle creazioni richiede un'esecuzione meticolosa. Sotto la direzione di Karl Lagerfeld e dello Studio, l'atelier "flou" entra così in dialogo con l'atelier "sartoriale", specializzato nella realizzazione di pezzi strutturati con tagli complessi come la tuta CHANEL.

LE MAISON D'ART

00
credits
credits

IL SAVOIR-FAIRE DEI MÉTIERS D’ART
NELL'ABITO DA SPOSA

IL SAVOIR-FAIRE DEI MÉTIERS
D’ART NELL'ABITO DA SPOSA

A partire da un modello approvato da Karl Lagerfeld, foglie di ulivo e finiture intrecciate composte da decorazioni rocaille in perle nelle tonalità del verde mare, vengono assemblate in rami d'ulivo e ricamate a mano. Questi ricami e passamanerie sono realizzate dall'atelier Montex, e sono volutamente ispirati all' "habit vert" indossato dai membri dell' "Académie Française" all'Institut de France.

L'ensemble composto da un abito e una gonna corta viene poi accessoriato con una veletta in lana verde, tulle con ricami in paillettes, creata dalla Maison Michel e ricamata dall'atelier Montex. Stivali bassi di Massaro, in pelle verde mandorlo con ricami dall'atelier Montex, completano il look.

A partire da un modello approvato da Karl Lagerfeld, foglie di ulivo e finiture intrecciate composte da decorazioni rocaille in perle nelle tonalità del verde mare, vengono assemblate in rami d'ulivo e ricamate a mano. Questi ricami e passamanerie sono realizzate dall'atelier Montex, e sono volutamente ispirati all' "habit vert" indossato dai membri dell' "Académie Française" all'Institut de France.

L'ensemble composto da un abito e una gonna corta viene poi accessoriato con una veletta in lana verde, tulle con ricami in paillettes, creata dalla Maison Michel e ricamata dall'atelier Montex. Stivali bassi di Massaro, in pelle verde mandorlo con ricami dall'atelier Montex, completano il look.

00
credits
credits

COPRICAPO DI PIUME

I copricapi in velluto della Maison Michel si coordinano con i look della collezione. Impreziositi da piume a cura degli atelier Lemarié, questi accessori completano l'allure della collezione Haute Couture con un tocco finale.

I copricapi in velluto della Maison Michel si coordinano con i look della collezione. Impreziositi da piume a cura degli atelier Lemarié, questi accessori completano l'allure della collezione Haute Couture con un tocco finale.

00
credits
credits

slideshow-maisons-d-arts

MÉTIERS D’ART E HAUTE COUTURE

MÉTIERS D’ART E
HAUTE COUTURE

Con gesti, tecniche e ispirazioni costantemente rinnovate, le Maison Métiers d'art di CHANEL riuniscono standard ed eccellenza senza compromessi. Questa galassia conta un numero di atelier con un eccezionale know-how, tra cui lo specialista dei fiori e della piuma Lemarié, il calzolaio Massaro, le ricamatrici Maison Lesage e Montex, il modista Maison Michel, il guantaio Causse e il plisseur specialista Lognon.

Dalla creazione di tweed, lacci e sete alla lavorazione della piuma, alla produzione di fiori e al ricamo o all'arte dell'accessorio con cappelli, guanti e gioielli, Haute Couture celebra il virtuosismo di questi straordinari artigiani.

Con gesti, tecniche e ispirazioni costantemente rinnovate, le Maison Métiers d'art di CHANEL riuniscono standard ed eccellenza senza compromessi. Questa galassia conta un numero di atelier con un eccezionale know-how, tra cui lo specialista dei fiori e della piuma Lemarié, il calzolaio Massaro, le ricamatrici Maison Lesage e Montex, il modista Maison Michel, il guantaio Causse e il plisseur specialista Lognon.

Dalla creazione di tweed, lacci e sete alla lavorazione della piuma, alla produzione di fiori e al ricamo o all'arte dell'accessorio con cappelli, guanti e gioielli, Haute Couture celebra il virtuosismo di questi straordinari artigiani.

Haute Couture Autunno-Inverno 2018/19

HAUTE COUTURE
AUTUNNO-INVERNO 2018/19

Sfilata

Condividere

Il link è stato copiato