chanel e il cinema

FESTIVAL DI CANNES

Gli eventi, i podcast e le novità CHANEL
nell'universo del cinema.

Gli eventi, i podcast e le novità CHANEL nell'universo del cinema.

Chanel sul red carpet

Chanel sul red carpet

Highlights da Cannes

Highlights da Cannes

Marion Cotillard
sul red carpet

Marion Cotillard
sul red carpet

00/16

Gli amici e ambasciatori della Maison

Gli amici e ambasciatori
della Maison

Cerimonia di apertura

Cerimonia di apertura

00/7

Fitting nella suite CHANEL

Fitting nella suite CHANEL

Chanel nel cinema

"‘ONCE UPON A TIME…IN HOLLYWOOD’ CON MARGOT ROBBIE"

"‘ONCE UPON A TIME…IN HOLLYWOOD’ CON MARGOT ROBBIE"

Sotto la direzione di Quentin Tarantino, l’ambasciatrice della Maison Margot Robbie incarna l’attrice Sharon Tate nel film ‘Once upon a time in Hollywood’ (2019). Per le riprese, la costumista Arianne Phillips ha ricreato un look anni sessanta con una borsa CHANEL 2.55 nera in pelle con una catena dorata.

Credit: Andrew Cooper

Vedere di più
Sotto la direzione di Quentin Tarantino, l’ambasciatrice della Maison Margot Robbie incarna l’attrice Sharon Tate nel film ‘Once upon a time in Hollywood’ (2019). Per le riprese, la costumista Arianne Phillips ha ricreato un look anni sessanta con una borsa CHANEL 2.55 nera in pelle con una catena dorata. 

Credit: Andrew Cooper

GABRIELLE CHANEL
E LE ATTRICI NEL TEMPO

GABRIELLE CHANEL
E LE ATTRICI NEL TEMPO

Il grande apprezzamento di Gabrielle Chanel per il cinema e per il mestiere dell'attrice deriva forse dal suo desteggiarsi come costumista o perchè da ragazza avrebbe voluto diventare attrice lei stessa ? Nel 1910 uno dei primi personaggi pubblici ad indossare i suoi cappelli fu l'attrice Gabrielle Dorziat. Vent'anni dopo la stilista divenne un punto di riferimento per la 7° Arte sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. I registi, compresi quelli di New Wave, si rivolgevano a Gabrielle Chanel per vestire le proprie eroine, tra le quali Jeanne Moreau nel film "The Lovers"(1958) di Louis Malle e Romy Schneider in "Boccaccio '70" (1962).

Credit: © Keystone France

Vedere di più

Il grande apprezzamento di Gabrielle Chanel per il cinema e per il mestiere dell'attrice deriva forse dal suo desteggiarsi come costumista o perchè da ragazza avrebbe voluto diventare attrice lei stessa ? Nel 1910 uno dei primi personaggi pubblici ad indossare i suoi cappelli fu l'attrice Gabrielle Dorziat. Vent'anni dopo la stilista divenne un punto di riferimento per la 7° Arte sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. I registi, compresi quelli di New Wave, si rivolgevano a Gabrielle Chanel per vestire le proprie eroine, tra le quali Jeanne Moreau nel film "The Lovers"(1958) di Louis Malle e Romy Schneider in "Boccaccio '70" (1962).

Credit: © Keystone France

‘PERSONAL SHOPPER’
CON KRISTEN STEWART AL 31 RUE CAMBON

‘PERSONAL SHOPPER’
CON KRISTEN STEWART AL 31 RUE CAMBON

Per il film ‘Personal Shopper’ di Olivier Assayas (2016), CHANEL veste l'ambasciatrice della Maison Kristen Stewart con diversi look e mette a disposizione la prestigiosa sede di rue Cambon per alcune riprese. « La possibilità di girare negli storici ambienti della Maison e di poter disporre degli abiti e degli accessori CHANEL costituisce un significativo contributo alla credibilità del film e del suo protagonista. » Olivier Assayas 

Credit: Personal Shopper ©Les films du Losange / Carole Bethuel

Vedere di più

Per il film ‘Personal Shopper’ di Olivier Assayas (2016), CHANEL veste l'ambasciatrice della Maison Kristen Stewart con diversi look e mette a disposizione la prestigiosa sede di rue Cambon per alcune riprese. « La possibilità di girare negli storici ambienti della Maison e di poter disporre degli abiti e degli accessori CHANEL costituisce un significativo contributo alla credibilità del film e del suo protagonista. » Olivier Assayas 

Credit: Personal Shopper ©Les films du Losange / Carole Bethuel

"‘BROKEN EMBRACEs’ CON PENÉLOPE CRUZ"

"‘BROKEN EMBRACEs’ CON PENÉLOPE CRUZ"

Pedro Almodóvar, amico di lunga data della Maison, ha scelto un abito Haute Couture CHANEL per il suo personaggio principale nel film ‘Étreintes brisées’ del 2009. L’ambasciatrice della Maison Penélope Cruz veste i panni di un'attrice debuttante che vive una storia d'amore segreta. Lei indossa un abito originale del 1992 immaginato da Karl Lagerfeld, impreziosito da catene con applicazioni dorate dalle forme floreali.

Credit: © El Deseo

Vedere di più

Pedro Almodóvar, amico di lunga data della Maison, ha scelto un abito Haute Couture CHANEL per il suo personaggio principale nel film ‘Étreintes brisées’ del 2009. L’ambasciatrice della Maison Penélope Cruz veste i panni di un'attrice debuttante che vive una storia d'amore segreta. Lei indossa un abito originale del 1992 immaginato da Karl Lagerfeld, impreziosito da catene con applicazioni dorate dalle forme floreali.

Credit: © El Deseo

KARINA, UN NOME DI SCENA
IMMAGINATO DA GABRIELLE CHANEL

KARINA, UN NOME DI SCENA
IMMAGINATO DA GABRIELLE CHANEL

Hanne Karin Bayer inizia la sua carriera in Danimarca, dove canta nei cabaret, lavora come modella e recita nelle pubblicità. Si trasferisce a Parigi all'età di diciassette anni e incontra Gabrielle Chanel che le attribuisce il suo nome di scena: Anna Karina. In questo periodo  viene scoperta da Jean‑Luc Godard e, con lui, incarnerà  i suoi primi importanti ruoli nel cinema.

Credit: Anna Karina et JL Godard vers 1960 © Botti / Gamma

Vedere di più

Hanne Karin Bayer inizia la sua carriera in Danimarca, dove canta nei cabaret, lavora come modella e recita nelle pubblicità. Si trasferisce a Parigi all'età di diciassette anni e incontra Gabrielle Chanel che le attribuisce il suo nome di scena: Anna Karina. In questo periodo  viene scoperta da Jean‑Luc Godard e, con lui, incarnerà  i suoi primi importanti ruoli nel cinema.

Credit: Anna Karina et JL Godard vers 1960 © Botti / Gamma

‘BLUE JASMINE’
CON CATE BLANCHETT

‘BLUE JASMINE’
CON CATE BLANCHETT

L’attrice australiana Cate Blanchett indossa nel 2013 una giacca CHANEL in tweed bianco con profili blu nel film ‘Blue Jasmine’ di Woody Allen. Gli atelier Prêt-à-Porter della Maison crearono per lei una giacca su misura ispirata ad un modello della collezione Haute Couture Primavera-Estate 2008.

Credit: Prod DB © Perdido Productions / DR

Vedere di più

L’attrice australiana Cate Blanchett indossa nel 2013 una giacca CHANEL in tweed bianco con profili blu nel film ‘Blue Jasmine’ di Woody Allen. Gli atelier Prêt-à-Porter della Maison crearono per lei una giacca su misura ispirata ad un modello della collezione Haute Couture Primavera-Estate 2008.

Credit: Prod DB © Perdido Productions / DR

‘CAFÉ SOCIETY’
DRESSED BY CHANEL
‘CAFÉ SOCIETY’
DRESSED BY CHANEL
Nel 1920 Gabrielle Chanel seguiva lo stile di vita noto come ‘Café Society’, che divenne anche il titolo di un famoso film di Woody Allen. Per riprodurre fedelmente questo periodo, il capo costumista Suzy Benzinger, trae ispirazione direttamente dagli archivi delle creazioni di Mademoiselle per realizzare gli abiti delle attrici del film, tra cui l'ambasciatrice della Maison Kristen Stewart.
In aggiunta al guardaroba e ai gioielli presenti negli archivi, gli atelier CHANEL hanno realizzzato repliche di diversi abiti di quell'epoca. “La mia fortuna è stata che CHANEL abbia accettato di donare nuova vita ad alcuni gioielli ispirati agli originali disegnati da Gabrielle Chanel a quel tempo […] non mi è restato che far indossare all'attrice uno degli abiti, abbinare un paio di orecchini CHANEL o una spilla ed ecco un look glamour. Qui stava il genio di Coco Chanel!” — Suzy Benzinger.

Credit: Café Society © Copyright Gravier Productions, Inc. - Sabrina Lantos
Vedere di più
Nel 1920 Gabrielle Chanel seguiva lo stile di vita noto come ‘Café Society’, che divenne anche il titolo di un famoso film di Woody Allen. Per riprodurre fedelmente questo periodo, il capo costumista Suzy Benzinger, trae ispirazione direttamente dagli archivi delle creazioni di Mademoiselle per realizzare gli abiti delle attrici del film, tra cui l'ambasciatrice della Maison Kristen Stewart.
In aggiunta al guardaroba e ai gioielli presenti negli archivi, gli atelier CHANEL hanno realizzzato repliche di diversi abiti di quell'epoca. “La mia fortuna è stata che CHANEL abbia accettato di donare nuova vita ad alcuni gioielli ispirati agli originali disegnati da Gabrielle Chanel a quel tempo […] non mi è restato che far indossare all'attrice uno degli abiti, abbinare un paio di orecchini CHANEL o una spilla ed ecco un look glamour. Qui stava il genio di Coco Chanel!” — Suzy Benzinger.

Credit: Café Society © Copyright Gravier Productions, Inc. - Sabrina Lantos
Prezzo raccomandato. Per informazioni legali cliccare qui.

Condividere

Il link è stato copiato