FESTIVAL DI CANNES

2018

CHANEL a Cannes

Per una settimana, il Festival del Film di Cannes riunisce gli amici e le ambasciatrici della Maison CHANEL sulla riviera francese per celebrare l'arte del cinema.

MOOD DEL FESTIVAL

See the Film

credits
credits

Vedere il film
KRISTEN STEWART
00
credits
credits

slideshow-kristen

Quest'anno l'attrice e ambasciatrice della Maison è membro della giuria del Festival del Film di Cannes.

Vanessa Paradis
00
credits
credits

Vanessa Paradis

slideshow-vanessa-paradis

HIGHLIGHTS

00
credits
credits

Magaajyia Silberfeld

slideshow-highlights
Penélope Cruz
00
credits
credits

slideshow-penelope-cruz

podcasts

A new series of the 3.55 CHANEL podcast, hosted by French actress Anna Mouglalis, was recorded during the festival with protagonists from the world of cinema discussing creation.

CHANEL & IL CINEMA

'PERSONAL SHOPPER'
WITH KRISTEN STEWART AT 31 RUE CAMBON
CHANEL dressed the House ambassador Kristen Stewart in several scenes from Olivier Assayas' "Personal Shopper" and made the 31 rue Cambon headquarters in Paris available for filming.

“Being able to shoot in CHANEL’s historic building as well as having CHANEL looks made available to us brought credibility to the film and to the character that was essential.” — Olivier Assayas

GABRIELLE CHANEL E LE ATTRICI
ATTRAVERSO IL TEMPO
Sorge spontanea una domanda perchè Gabrielle amava tanto le attrici: era una brava costumista o nella sua giovinezza voleva diventare anche lei stessa attrice ? Nel 1910, una delle prime ad indossare un dei suoi cappelli in pubblico era un'attrice Gabrielle Dorziat.

 Vent'anni più tardi, la couturière diventa un punto di riferimento della 7° Arte, negli Stati Uniti e altrove. I registi fra cui i rappresentanti della Nouvelle Vague, sollecitano Gabrielle Chanel per creare costumi per le loro eroine : femme fatale incarnate da Jeanne Moreau nel 1958 nel film « Gli Amanti » di Louis Malle o da Romy Schneider nel film « Boccaccio 70 » nel 1962.

'CAFÉ SOCIETY'
UN GUARDAROBA FIRMATO CHANEL
La moda del ‘Café Society’, che conferisce il suo nome al film di di Woody Allen, è incoraggiata da Gabrielle Chanel a partire dal 1920. Per ricreare accuratamente questa epoca, la capo costumista Suzy Benzinger ha ricercato negli archivi le creazioni di Mademoiselle, per vestire le attrici del film tra le quali l’ambasciatrice della Maison Kristen Stewart.

Oltre al guardaroba e ai bijoux, gli ateliers di CHANEL hanno ricreato molti abiti . « Ho avuto l'opportunità e l'accordo da CHANEL per dare una seconda vita alla collezione di gioielleria ispirata a quella creata da Gabrielle Chanel all'epoca. […] mi è bastato far indossare alle attrici questi abiti, e aggiungere degli orecchini o una spilla CHANEL per creare istantaneamente il glamour. 
Questo è il genio di Coco Chanel ! » Suzy Benzinger

ANNA KARINA, UN NOM DI SCENA
IMMAGINATO DA GABRIELLE CHANEL
Anna Karina e Jean-Paul Belmondo condividono quest'anno la locandina del Festival di Cannes, scatto tratto dal film « Pierrot Le Fou » di Jean-Luc Godard.

Hanne Karin Bayer inizia la sua carriera in Danimarca, dove canta nei cabaret, lavora come modella e recita in diverse pubblicità. Arriva a Parigi a diciassette anni e incontra Gabrielle Chanel che le attribuisce un nome d'arte : Anna Karina. In questo periodo Jean‑Luc Godard la scopre e da questo momento interpreta i suoi primi grandi ruoli nel cinema.

Condividere

Copiare il link