GAME DESIGNER E PROGRAMMATORE Lual Mayen

Lual Mayen – nato ad Aswa, nel Sud Sudan, e basato a Washington – è uno sviluppatore e designer di videogiochi autodidatta che ha fatto leva sulla sua personale esperienza di rifugiato sudsudanese per creare strumenti digitali e videogiochi che, attraverso esperienze immersive, educhino il giocatore e abbiano un impatto sociale positivo. Mayen ha lasciato il Sud Sudan attanagliato dalla guerra civile quando aveva appena due anni e, per i ventidue successivi, ha vissuto in un campo profughi nel nord dell’Uganda. Dopo essersi imbattuto in un computer nell’ufficio amministrativo del campo, condivide con sua madre il desiderio di possederne uno tutto suo – tre anni dopo, sua madre ha messo da parte abbastanza denaro da riuscire a regalargliene uno. Lo scopo di Mayen diventa allora quello di creare un gioco volto a promuovere la pace e l’empatia per i rifugiati. Dopo aver fondato Junub Games lavora a Salaam, “pace” in arabo, in cui il giocatore deve proteggere e salvare le popolazioni in pericolo. I valori positivi che promuove attraverso il suo lavoro gli sono valsi il riconoscimento di Global Gaming Citizen nel 2018 e, nel 2020, di CNN Champion for Change.