La tecnica al servizio dell'estetica
Quando la lancetta dei minuti si avvicina alla corona integrata nel quadrante, la lancetta dei minuti inverte il suo corso e ripercorre il quadrante in senso antiorario per poi riposizionarsi dall'altro lato della corona: un moto retrogrado (andata-ritorno) che non era mai stato immaginato nell'universo dell'alta complicazione meccanica. Affinché l'orologio continui ad indicare l'ora mentre la lancetta dei minuti gira in senso antiorario, nel guichet a ore 6 appare un contatore digitale dei minuti: tra l'11° e il 19° minuto si leggerà l'ora grazie alla lancetta classica delle ore e alle cifre che appaiono nel guichet. L'orologio conserva così la sua precisione, migliorata ulteriormente dal tourbillon. La corona di carica è a scomparsa: disattivate le sue diverse funzioni (carica e regolazione dell'ora), la corona rientra e rimane bloccata in posizione abbassata. Per attivarla è sufficiente premere una volta per farla uscire dall'alloggiamento, senza che ciò comprometta il corretto funzionamento dell'orologio.