Loading...
  • LA STORIA DEL DIAMANTE

    La purezza, la rarità e l'eccezionale lucentezza del diamante lo hanno reso la pietra più preziosa al mondo e il simbolo assoluto dell'amore eterno. Il suo nome deriva dal greco "Adamas", che significa indomabile, in riferimento alla sua estrema durezza.

  • IL DIAMANTE PER CHANEL

    "Se ho scelto il diamante, è perché rappresenta il valore più grande nel volume più piccolo". Gabrielle Chanel
    Eterno e inalterabile, il diamante era la pietra preferita di Mademoiselle Chanel. Nel 1932, gli dedica la sua prima collezione di gioielleria "Bijoux de diamants". La gioielleria di Chanel seleziona così i più bei diamanti per sublimare la sua incomparabile creatività.

  • I CRITERI DI QUALITÀ DEL DIAMANTE

    Il diamante assume varie tinte, partendo dal diamante cosiddetto "incolore" il cui colore è valutato in base ad una scala riconosciuta a livello internazionale, fino ad arrivare ai diamanti color "Fancy", più rari, come giallo, blu, rosa, champagne, nero, verde...
    La qualità di un diamante dipende dal risultato perfetto di 4 criteri che si combinano all'infinito per fare di ogni pietra una gemma unica.

  • I CRITERI DI QUALITÀ DEL DIAMANTE - Clarity (purezza)

    La purezza di un diamante si determina in base al numero e alle dimensioni delle inclusioni visibili nella pietra.

  • I CRITERI DI QUALITÀ DEL DIAMANTE - Color (colore)

    In linea generale, il diamante ideale si caratterizza per l'assenza di colore.
    Così, più un diamante è incolore più è prezioso e raro.
    Una norma internazionale attribuisce la lettera D al diamante totalmente incolore e utilizza le seguenti lettere dell'alfabeto per indicare i diversi gradi di colore presenti sulla pietra.

  • I CRITERI DI QUALITÀ DEL DIAMANTE - Cut (taglio)

    Il taglio è l'elemento che consente di esaltare tutte le qualità del diamante e rivelarne la straordinaria lucentezza.
    Eccellenti proporzioni unite ad una perfetta simmetria delle sfaccettature consentono di catturare la luce ed esprimere tutta la brillantezza di una pietra selezionata con cura.

  • I CRITERI DI QUALITÀ DEL DIAMANTE - Carat (carato=peso)

    Il termine carato si riferisce al seme del frutto del carrubo anticamente utilizzato per misurare il peso del diamante. L'unità di misura del carato, equivalente a 0,20 grammi, è stata ufficializzata da una norma internazionale del 1907.

    Il disegno non è in scala reale.

  • LA SELEZIONE DEI DIAMANTI

    Alla costante ricerca della perfezione, CHANEL Gioielleria integra al proprio processo di selezione dei diamanti l'esame di un perito gemmologo che esamina attentamente ogni pietra.

    Ciò consente a CHANEL Gioielleria di proporre diamanti d'eccezione, tra i più belli al mondo.


    LA CERTIFICAZIONE

    CHANEL Gioielleria accompagna ogni diamante centrale, di peso superiore o uguale a 0,25 ct, con un certificato rilasciato dal GIA ("Gemmological Institute of America") laboratorio di fama internazionale ed ente riferimento.

    (Eccezionalmente, alcuni certificati sono rilasciati dall'HRD: "Hoge Raad voor Diamant")

    Questo certificato costituisce una vera e propria carta d'identità della pietra in cui sono descritte le 4C ed una serie di informazioni complementari che attestano la qualità eccezionale di un diamante CHANEL Gioielleria.

    L'IMPEGNO DI CHANEL GIOIELLERIA

    CHANEL applica e chiede il rispetto di norme etiche severe in materia di approvvigionamento.
    Ogni diamante venduto dalle boutique CHANEL Gioielleria proviene da fonti legali, nel totale rispetto del sistema di certificazione del Kimberly Process definito dalle Nazioni Unite.

    In virtù del sistema di garanzia messo in atto da questo processo, ogni partner si impegna a fornire un certificato il quale attesti per iscritto che i diamanti provengono da un paese in pace.

    Questa attenzione speciale permette di contribuire ad una maggior etica nel commercio dei diamanti smantellando il traffico di pietre provenienti da paesi teatro di conflitti armati.
    www.kimberleyprocess.com